Il Quindicinale n. 977


Anno XXXIX n° 7 / 9 aprile 2020

In questo numero:

Andrà tutto bene?

In redazione – utilizzando per la prima volta la piattaforma Zoom (insieme a molti altri strumenti online, a dire il vero) – abbiamo pensato che in questo momento, in questo frangente, stiamo tutti muovendo i primi passi, un po’ a tentoni, un po’ come nel gioco della mosca cieca, in una realtà sconosciuta, in un mondo che ci pare surreale, e che ci sta costringendo a imparare a comunicare solo a distanza, a rallentare il ritmo di vita quotidiano, a fare a meno di abitudini consolidate e di un cumulo di oggetti di cui solo ora avvertiamo l’essenzialità, l’importanza o l’accessorietà. Come ci ha detto don Alessio Magoga “c’è tanto ancora da imparare”, ma finora com’è andata? Come sta andando?

Noi abbiamo voluto sentire un po’ tutti voi: persone, commercianti, studenti, farmacisti, imprenditori, professionisti, insegnanti, infermieri, medici… sono le vostre voci a comporre questo numero, che dedica ampio spazio alla difficile situazione che stiamo vivendo.

Ma non abbiamo tralasciato le notizie “normali”, che ci regalano la speranza che a breve potremo concentrarci di nuovo sulla vita quotidiana, magari con la consapevolezza di quanto la “normalità” a volte sia un valore.

Questo numero del Quindicinale in formato pdf è liberamente scaricabile da tutti. E’ un nostro piccolo contributo alla lotta che portiamo tutti avanti ogni giorno da casa. Buona lettura!

Indice

Che cosa state imparando da questa situazione?

Lo abbiamo chiesto ad alcune persone, con ruoli e professioni diverse. Senza pretendere una risposta filosofica, etica, epistemologica. Come ci ha detto don Alessio Magoga “c’è tanto ancora da imparare”, ma finora com’è andata? Come sta andando?

 

FOCUS CORONAVIRUS

  • Bloccati, ma vogliamo pensare positivo –  Come vivono gli imprendi- tori della Marca la crisi in atto per la pandemia
    da Coronavirus? Abbiamo interpellato alcuni di loro per capirlo
  • Il dramma dei trasporti – L’ultimo decreto ci ha dimenticato. L’unica cosa che ci riguarda è la cassa integrazione
  • L’emergenza è anche economica – I problemi maggiori: tasse (da bloccare) e liquidità (che non c’è)
  • La corsa al recupero dei posti letto tagliati – Negli ultimi 18 anni la terapia intensiva era stata tagliata del 60 per cento
  • Coronavirus: agente opportunista – L’immunologo: “Colpisce di più chi è già debilitato”. Le mascherine? Hanno qualche utilità,
    ma l’essenziale è l’igiene e il rispetto della normativa
  • Anche i farmacisti in prima linea – I clienti usufruiscono poco del servizio a domicilio. Anche perché spesso hanno bisogno di una parola di conforto
  • Scuole e università ai tempi della pandemia – Videolezioni, innumerevoli mail tra insegnanti, genitori e alunni, piattaforme diverse. Ma soprattutto schermi, perché solo attraverso essi ora ci si può vedere o almeno comunicare. La scuola è pronta ad affrontare tutto questo? La DAD (didattica a distanza) è praticabile e accessibile?
  • Devastante situazione per il commercio – Gli alimentari resistono, ma i negozi di abbigliamento hanno la merce ferma in magazzino. Eva pagata

 

VITTORIO VENETO E VITTORIESE

  • Il monumento che aspetta la fine della pandemia –  Le parole di Maria Chiara Marangon su un’iniziativa legata alla memoria ‘del senso civico dei vittoriesi’ che dovrà attendere tempi migliori. Con rammarico e amarezza
  • In casa, ma non fermi! – Le indicazioni di un fisioterapista perché il corpo stia in salute con qualche movimento semplice
  • Ladri di cioccolata – Un diciannovenne arrestato per aver rubato un mazzo da briscola e una tavoletta fondente. Un suo complice per aver sottratto un lenzuolo. Un altro per essersi portato via cinque bottiglie di Ferro China Bisleri. Fake news? No. E’ tutto successo davvero

 

CONEGLIANO E CONEGLIANESE

  • Eroi? No, professionisti da tenere in considerazione. Sempre –  Un’infermiera ci racconta il suo lavoro ai tempi del Coronavirus
  • L’incredibile scoperta di Vittoria –  Si è trovata di fronte una delle spade più antiche del mondo ed è riuscita a riconoscerla
  • Salta la Dama Vivente –  La Presidente Lara Caballini di Sassoferrato: “Il nostro senso civico
    ci dice che dobbiamo pensare alla salute dei nostri volontari”

 

QUARTIER DEL PIAVE

  • Progetto Alice: da Miane all’India per  imparare. Anche a guardarsi dentro – Il virus ci ha aperto gli occhi su quanto siamo tutti estremamente collegati: anelli di una sola catena
  • Il dossier slitta – Stefano Soldan Pieve di Soligo dovrà attendere per concorrere al titolo di Capitale della Cultura
  • Hanno tagliato le mani alla Madonna! –  Vandali sacrileghi al Tempietto Spada. Che verrà videocontrollato
Download PDF
Il Quindicinale n. 7 del 2020

Clicca qui sopra per scaricare la tua copia in pdf. NON Richiede password