Il Quindicinale n. 970


Anno XXXVIII n° 22 / 12 dicembre 2019

In questo numero:

Prete-ecologista? Meglio parlare di eco-sofia

Don Maurizio Dassiè è chiaro: “Bisogna scomunicare moralmente gli inquinatori!” “Quando si distrugge la natura si distrugge l’uomo! Distruggere uomo e natura equivale a distruggere Dio”.  Il parroco di Miane, Campea e Premaor ha le idee chiare, sulla natura e molto altro. Lo abbiamo intervistato per voi.

Sul prossimo numero anche la storia di Andrea Bernardi e Matteo Da Ros, due cugini del vittoriese che sono andati rispettivamente negli Stati Uniti e in Canada per seguire i propri sogni.

A Conegliano abbiamo chiesto alle forze dell’ordine se c’è davvero da  aver paura, visto l’impennata recente di furti, rapine e aggressioni in città. Mentre arriva il Natale cittadino e riapre l’ex cinema Melies, con un nuovo nome: Cinergia.

A Pieve di Soligo abbiamo sentito l’assessore alla cultura di Pieve di Soligo Luisa Cigagna, regista di “Pieve Cultura”, che riempie l’anno pievigino di iniziative culturali. Anche grazie ai volontari.

E ancora: la storia di Paolo e Tiziano che sono arrivati in Portogallo in autostop, di Alice, tredicenne campionessa di freccette, della “maretta” in Consiglio comunale a Conegliano, della lettera spedita dal lager di Erlangen nel 1918, mai arrivata a Godega (dov’era diretta) e ritrovata in un mercatino… e molto altro.

COD: XXXVIII - 22 Categoria:
Indice

Bisogna scomunicare gli inquinatori!

“La Chiesa di popolo non è attenta alla natura e quindi a Dio”. “La scuola è come la tazza del wc, dove ci si siede – dopo aver mangiato – per eliminare le scorie”. Parole dirette quelle di don Maurizio Dassié, arciprete di Miane. Che crede nei giovani, più che in quegli adulti che vogliono robotizzarli

 

DALLA MARCA

  • 2020 buoni propositi –  Speranze e desideri per l’anno che verrà, raccontati dai lettori del Quindicinale. Sopra tutti? Riuscire a essere più sinceri, trasparenti, leali. Anche con noi stessi
  • Quando la piazza è una scatola. Di sardine – Anche Treviso aderisce al movimento in difesa dei diritti sociali e civili

 

VITTORIO VENETO E VITTORIESE

  • Il mio presente sono gli USA.O il Canada –  Le storie di Andrea Bernardi e Matteo Da Ros: dall’Italia all’America per seguire i propri sogni
  • Serika ci riprova – La società ha chiesto nuovamente di poter installare una centralina sul Meschio all’interno dell’area ex Carnielli
  • Pro Loco: si riparte da zero – L’associazione collumbertese è stata commissariata. Ora ci sono sei mesi per far ripartire il motore

 

CONEGLIANO E CONEGLIANESE

  • C’è da avere paura a Conegliano? –  Dopo l’ondata di furti e l’episodio della rapina in via Manin, sorge spontanea la domanda su un (eventuale) problema legato alla sicurezza
  • Una maggioranza che scricchiola –  I Popolari fanno mancare il numero legale in consiglio comunale, ma Dugone chiarisce: “Non usciamo dalla maggioranza”
  • Ciak, si rigira! –  Conegliano ha di nuovo un cinema. Il Multisala Melies ha cambiato pelle e nome, ora si chiama Cinergia

 

QUARTIER DEL PIAVE

  • “Lavoriamo per soddisfare la fame di cultura dei cittadini”  – Intervista all’assessore alla cultura di Pieve di Soligo Luisa Cigagna, “regista” di “Pieve Cultura”
  • Sporco e cattiva conservazione: chiuso un alimentari – I locali sono stati dichiarati “privi dei requisiti minimi sanitari e strutturali a garanzia della salute pubblica” dai Nas
  • Ciclabile in ritardo –  Ancora qualche settimana per il completamento della strada tra Revine e Longhere destinata alle biciclette

 

FOCUS

  • AUGURI!
  • FREGONA
Download PDF
Il Quindicinale n. 22 del 2019

Clicca qui sopra per scaricare la tua copia in pdf. Richiede password